Bambini? Dieci libri per la loro estate

News

Che la si trascorra sotto l’ombrellone o sul ponte di una barca, l’estate è il momento migliore per dedicarsi alle buone letture, quelle che divertono, rilassano e, soprattutto, emozionano. Andersen.it, il celebre mensile di letteratura e illustrazione per il mondo dell’infanzia, ha pubblicato dieci libri consigliati per i più piccoli e qualcuno anche per i più grattacieli.

Tra realtà e fantasia
Cosa succederebbe se un desiderio, scritto sulla sabbia, diventasse realtà? Di sicuro, se il desiderio fosse quello di un bambino, prenderebbe vita un lungo gioco dagli esiti buffi e inaspettati. È quello che accade a Ann e Ben, alla ricerca di conchiglie, che nell’albo Spiaggia magica (Orecchio acerbo) di Crockett Johnson si ritrovano sulla riva di una spiaggia prodigiosa, dove realtà e fantasia si mescolano, proprio come nell’immaginario bambino…
Sospeso tra reale e immaginario anche Le regole dell’estate (Rizzoli) di Shaun Tan, dove diciassette surreali norme (non lasciare mai un calzino rosso steso ad asciugare, non mangiare l’ultima oliva ad una festa…) hanno come conseguenza bizzarre situazioni, abitate da mostri, robot, enormi animali, muri invalicabili e quanto di più insolito può nascere dalla fanatasia bambina. Protagonisti due amici, in un’assolata estate australiana.
Ma cosa accade alle cose (e alle persone) immaginate? Dove vanno a finire una volta che il gioco è terminato? Ce lo racconta Silvana Gandolfi, che ne Il club degli amici immaginari (Salani) ripercorre l’estate di Oscar, un ragazzino molto sveglio che, mentre trascorre le vacanze al mare con i genitori, si trova faccia a faccia con una giovane sirena. Mia, questo il suo nome, lo spinge a fuggire sull’Isola del tempo perso e ad aggregarsi al gruppo di Amici Immaginari Orfani di Creatore. Ma non tutto va per il verso giusto…

Un’estate scandinava
Anche tra i fiordi della Norvegia, finita l’estate, sarà tempo di tornare a scuola. Lo sa bene Garmann, sei anni, che al termine delle vacanze dovrà iniziare le elementari. Inutile nasconderlo: un po’ di paura c’è; ma è davvero il solo a provarla? Il bambino interroga a tal proposito le tre attempate zie. L’estate di Garmann(Donzelli) di Stian Hole è un percorso alla scoperta dei sentimenti e delle affinità tra le età della vita, con il giusto mix di humor e poesia, tanto nei testi, quanto nelle immagini, realizzate con una tecnica fotografica singolare e di grande efficacia.
Sempre dalla Norvegia arriva Cuori di waffel (Beisler) di Maria Parr, Superpremio Andersen Gualtiero Schiaffino di quest’anno. In una piccola baia norvegese due inseparabili amici ne combinano di tutti i colori, tra prodezze ad alta quota, imprese dagli echi biblici e performance musicali fuori stagione, che quasi sempre si concludono in fratture e traumi. Tutto per Trille e la Piccoletta diventa scintilla per una nuova avventura, grazie anche alla complicità di una zia-nonna dolcissima narratrice di storie e di un nonno centauro sempre pronto al gioco.

Intorno al mondo
Chi potrebbe raccontare di aver visto il terribile Verme Mongolo della Morte mangiare ravioli al vapore, di essere approdato sul misterioso Territorio Libero dell’Isola delle Rose o di essersi seduto con popcorn e patatine sulle poltroncine di un cinema abbandonato in pieno deserto? Probabilmente solo Adele e Guido Cantalamappa, due personaggi piuttosto eccentrici: cappello da cowboy, occhiali colorati, lunga treccia grigia e vestiti e accessori variopinti. Viaggiatori instancabili con una insaziabile curiosità per le storie e gli incontri, hanno girato il mondo e lo raccontano tra le pagine di Cantalamappa (Electa Kids) bizzarro atlante di Wu Ming, illustrato da Paolo Domeniconi.

Dal mare ai monti
Per Barbara, Valentina e Vittoria è giunto, come ogni anno, il momento di andare a Dorgo, lo sperduto paesino di montagna dove trascorrono tutta l’estate. Speciale Violante (Mondadori) di Bianca Pitzorno, racconta quella che per le tre amiche è l’occasione ideale per escursioni, giochi, gite all’aria aperta e, soprattutto, per le prime confidenze. Ma quest’anno, a movimentare la vita del paese accade qualcosa di insolito: la troupe di una nota telenovela arriva a Dorgo per girare nuovi episodi. E tra loro, anche la giovane protagonista, molto diversa da come appare sullo schermo…

E per i lettori più grandi? 
L’estate è per definizione stagione di avventura, ma anche di crescita e passaggio. A guardarla, con sguardo adolescente è anche momento di scoperta e riscoperta: è quello che accade alla protagoniista de L’indimenticabile estate di Abilene Tucker (EDT – Giralangolo) di Clare Vanderpool. Affidata dal padre ad un amico, in una sperduta cittadina del Kansas, la ragazzina intraprende un viaggio alla scoperta della storia, quella degli abitanti di Manifest, ma anche la sua, in un intreccio di vite, ricordi, emozioni.
Se poi all’avventura si aggiunge un tocco di giallo, ecco che Emily Lockhart racconta di misteri e bugie con L’estate dei segreti perduti (De Agostini), in cui la giovane Cady deve ricostruire i dettagli di un passato che sembra aver dimenticato in seguito ad un incidente sull’isola di proprietà della famiglia.
Il mistero è la chiave anche nel romanzo di Kevin Brooks L’estate del coniglio nero (Piemme), in cui cinque ragazzi si ritrovano nel nascondiglio che utilizzavano da bambini per i loro giochi. L’idea è di salutarsi per l’ultima volta e poi finire la serata al luna park, in onore dei vecchi tempi, ma qualcosa va storto, e due di loro durante la serata scompaiono. Quando il corpo di Stella viene ritrovato senza vita, le accuse sembrano dirigersi tutte su Raymond, che ancora non si riesce a trovare da nessuna parte.
Il re del thriller rimane però lui: Stephen King. Per lettori più grandi (e i loro genitori) ci sono il racconto Il corpo – contenuto nella raccolta Stagioni diverse (Sperling & Kupfer), da cui è stato tratto il film Stand by me – Ricordo di un’estate – e La bambina che amava Tom Gordon (Sperling & Kupfer), avventura ad alta tensione di una bambina smarritasi in un bosco durante un’escursione. La lotta per la sopravvivenza e l’autoconservazione tornano anche nel romanzo di Gary Paulsen Nelle terre selvagge (Piemme), dove il protagonista affronta le fredde e desolate lande del Canada.
Più introspettivo e dalla marcata impronta orientale, Amici (Atmosphere Libri) di Yumoto Katsumi, che racconta il legame stretto durante l’estate tra tre amici dodicenni – accomunati dall’essere facili prede di scherni e canzonature dei compagni – e un vecchio e burbero signore.
Per un’estate on the road, invece, Un’estate lunga sette giorni (o Goodbye Berlin, Rizzoli) di Wolfgang Herrndorf, porta il lettore a bordo di una Lada Niva anni Settanta, ovvero l’auto con cui Maik e Tschick partono in direzione Valacchia, senza neanche sapere dove si trovi. E senza patente, dal momento che sono adolescenti. Muniti invece di chitarre e microfoni Colby, Bev, Meg e Alexa attraversano la California in un tour musicale che li tiene sospesi tra l’adolescenza e l’età adulta: Il ritmo dell’estate (EDT – Giralangolo) di Nina La Cour racconta l’avventura di un’estate, tra il sollievo del diploma appena preso, l’ansia di decidere il proprio futuro, e se questo presupponga o meno l’iscrizione al college.

Related Posts

Menu